Home Info e comunicazioni News FUTURO INCERTO DOPO LA LUNGA ESTATE CALDA.

Visite pagina: 10475

FUTURO INCERTO DOPO LA LUNGA ESTATE CALDA.

‘La benzina costa ogni giorno sempre di più’…. ‘C’è un buco nello stato dove i soldi van giù’, parole, incredibilmente attuali, dopo quasi quarant’anni, di una delle canzoni più famose di Adriano Celentano,

quella ‘Svalutation’ che con frasisemplici e d’immediato impatto delineava la situazione economica e sociale ( ‘si vive più di anni che di pane perché, assassination’… erano gli anni Settanta, terrorismo e stragi ancora oggi senza colpevoli devastavano la Repubblica) che oggi è forse peggiorata, considerando il livellodella nostra classe politica, la crisi economica perdurante, le morti violente che si sono moltiplicate, a volte derivanti da stati d’animo esasperati da situazioni quali la disoccupazione, la difficoltà comunque di arrivare a fine mese, circostanze personali complicate, stress accumulato per troppo tempo, che a volta esplode, violento e irrefrenabile, sulle persone più vicine…’ la nevrosi è di moda, chi non l’ha ripudiato sara’…altre parole del ‘sociologo’ Adriano sulle quali riflettere a distanza di decenni. Non è un caso che abbiamo scelto le parole di una delle canzoni di Celentano per descrivere il contesto odierno. Svalutation è stata la prima canzone che la cover del Molleggiato ha cantato la sera del 5 agosto sul palco della nostra piazza Vizioli. Davvero uguale a quello vero, l’artista sosia ha destato l’interesse, la curiosità e la meraviglia del pubblico, specie quando tutti ci siamo resi conto che anche la voce, ovvero modo di parlare, e le movenze erano quelle del mitico Celentano. Tempi di austerity, impazzano le copie dei cantanti veri, nei dintorni si sono esibiti i vari finti Antonello Venditti e Gianni Morandi. Le Feste d’Agosto come sempre rappresentano l’apice dell’estate a Colledimezzo. Un’estate come sempre abbastanza movimentata, con le piccole e numerose festicciole, ricorrenze varie che fanno da contorno ai due giorni classici,riunioni quasi sempre caratterizzate dalle tavole imbandite e dalle canzoni in allegria.Nonostante la crisi di cui si parlava, i ristoranti della nostra zona, a quanto dicono, sono stati ben frequentati, almeno in questo periodo: infatti non è stato affatto raro salutare i colledimezzesi di ritorno mentre si accingevano a recarsi a pranzo o a cena fuori, affrancando giustamente le donne dal lavoro della cucina. Vacanza meritata per loro che imbandisconotavole per tutto l’anno e molto spesso lavorano anche fuori casa. Ma nonostante ciò non si può certo negare che la crisi economica sia una triste realtà, specie nel settore industriale. Anche nella nostra Val di Sangro il declino è evidente. La Honda sta per licenziare trecento dipendenti, mentre il futuro della Sevel pare sia legato alconsorzio con i francesi della Citroen e della Peugeot, un’alleanza che dicono sia arrivata alla fine. Infatti il previsto rinnovo del sodalizio italo francese che scade nel 2017 pare in serio dubbio: tenendo conto della crisi del settore automobilistico, fino a pochi anni fa arginato con qualche incendivo (rottamazione) il futuro della fabbrica più grande d’Abruzzo è incerto, nonostante allo stato attuale la richiesta sia aumentata e si è così evitata la cassa integrazione prevista in autunno. Sarebbe una tragedia se la Sevel dovesse conoscere una crisi tale da dover ridurre il personale o persino essere spostata nei Paesi dove la manodopera è a basso costo, come sta accadendo per tante multinazionali. Speriamo nella ripresa, che alcuni indicano come imminente, mentre altri ritengono che anche il 2013 sarà un anno di recessione economica…. Ma intanto la disoccupazione giovanile ha raggiunto il 35,6 % a luglio, e l’aumento dell’età pensionistica aggraverà ancora di più questa brutta situazione. L’estate dello spread è stata calda, troppo. E perdurante. Ne parlavamo nel precedente articolo, ed era ancora giugno. In questo contesto si è riesumata persino la cultura classica, abbandonata se non bistrattata dall’attuale società dei consumi e della comunicazione in tempo reale. L’economia ela finanza sono i soli ‘educatori’ di un mondo in cui la cultura umanistica è relegata in un angolo, inservibile, e prossima a essere completamente dimenticata: i risultati sono davanti ai nostri occhi: il cinismo, l‘indifferenza e la mancanza di ideali sono il logico risultato dell’abissale ignoranza in cui sono sprofondate le nuove generazioni e l’attuale classe politica. I nostri siti archeologici crollano sotto il peso dell’incuria e dell’indifferenza, come accade a Pompei. I musei sono frequentati dai turisti stranieri, i soli ad apprezzare i nostri tesori storico archeologici. In Italia vi è il 70% del patrimonio culturale mondiale, quasi completamente abbandonato a se stesso per mancanza di fondi, parte dei quali destinati a sostenere i tanti e troppi privilegi della nostra classe politica. Si spera in un prossimo interessamento dei privati stranieri, come gli americani e gli inglesi, per conservare il nostro patrimonio culturale e trovare un modo per renderlo persino redditizio. Mai gli antichi Romani avrebbero potuto immaginare che a salvare i resti della loro Civiltà sarebbero stati proprio i discendenti dei barbari, nel frattempo diventati civili, mentre i successori dei civilissimi Romani hanno fatto il percorso inverso.La cultura classica, si diceva, è stata riesumata dalla stazione meteorologica ‘Il meteo.it’, tra i siti più frequentati del web, la quale ha coniato appellativi di personaggi storici attinenti al caldo e al fuoco, per indicare le numerose e susseguenti bolle di calore di questa estate, in una divertente ( e afosa) sequenza: Scipione l’Africano, Nerone, Caronte, Caligola, Lucifero, inframezzati da qualche giorno di respiro, quali ‘Beatrice’, donna amata da Dante Alighieri e che egli ritrova nel Paradiso nel corso del suo fantastico viaggio, ovvero la Divina Commedia. Abbiamo godutodopo mesi di incessante calura i freschi e annuvolati e piovosi giorni di ‘Poppea’, moglie dell’imperatore già citato Nerone. Ora siamo nel mezzo di una piacevole coda estiva, con il caldo non eccessivo, l’aria tersa e le serate fresche e rigeneranti, che i meteorologi hanno chiamato ‘Bacco’, in onore dell’antico dio del vino, data la prossima vendemmia. Per ciò che riguarda l’attività amministrativa è ancora in corso l’iter iniziato qualche anno fa per ciò che riguarda l’importante progetto delle pale eoliche. Ricordiamo che ciò permetterà al nostro comune di incassare royalties che serviranno a rimpinguare il bilancio davvero difficile da gestire, con i continui tagli da parte dei vari governi nei confronti dei comuni. In questi giorni con il nostro bar della piazza chiuso per le ferie dei gestori, è ancora una volta la Pro Loco, con i ragazzi del direttivo, a ovviare a tale mancanza, che in un piccolo centro come il nostro assume un’importanza quasi vitale. La sgradevole sensazione che si percepisce con il bar chiuso e la piazza di conseguenza semivuota è davvero insopportabile. Il baretto dell’associazione, ricavato nell’edificio municipale, creato per venire incontro alle esigenze di svago della popolazione in assenza del bar principale, è di nuovo in funzione eallegria e buon umore ritrovati sembrano caratterizzare l’atmosfera del piccolo bar: un modo, forse, da parte dei frequentatori della piazza, di apprezzare la buona disposizione della Pro Loco che lo gestisce e dell’Amministrazione comunale che a suo tempo lo mise su in pochi giorni. Sono ripresi gli allenamenti della nostra squadra di calcio, che a fine settembre riprenderà a giocare per il campionato di Seconda categoria, rinnovando il piacere, a prescindere dal risultato, delle domeniche pomeriggio da trascorrere al campo: un modo come un altro per incontrarsi, o magari uscire per una gita in occasione delle trasferte. Per i nostri ragazzi l’occasione per fare attività fisica e ritrovarsi per una volta tanto fuori dal contesto dei pub e delle discoteche. Con la ripresa del campionato potrete trovare sul nostro forum i commenti e i risultati delle gare del nostro girone. Un caro saluto a tutti Camillo Carrea