Home Info e comunicazioni News Recupero e Valorizzazione del Centro Storico.

Visite pagina: 16595

Recupero e Valorizzazione del Centro Storico.

Progetto di recupero e valorizzazione del Centro Storico di Colledimezzo (Ch) (Accordo Ud’A – Comune di Colledimezzo) Il centro storico di Colledimezzo sarà oggetto di un complessivo progetto di recupero e valorizzazione grazie ad una intesa fra Amministrazione Comunale di Colledimezzo e il Master Universitario in “Conservazione e Recupero dell’edilizia storica” della facoltà di Architettura di Pescara. L’accordo è stato fortemente voluto dal Sindaco Gionni Forchetti e recepito dal Prof. Claudio Varagnoli, Ordinario di Restauro Architettonico e Direttore Scientifico del Master, corso quest’ultimo che riveste un ruolo di primo piano nel progetto in questione. Infatti, oggetto del project-work che i venti corsisti del Master affronteranno – architetti, ingegneri e studiosi di restauro – è proprio uno studio mirato alla conoscenza del borgo antico di Colledimezzo e finalizzato ad avviare un processo di restauro e valorizzazione di un comune che, come tanti altri in Abruzzo, vede inesorabilmente diminuire di anno in anno i suoi abitanti. Una collaborazione pensata per tutelare uno dei punti di forza della regione, il suo patrimonio architettonico; fatto non solo di monumenti noti ed importanti, ma anche di un’edilizia diffusa costituita da semplici case, borghi agricoli e montani portatori di una dignità architettonica che l’edilizia contemporanea sembra aver smarrito da tempo. E Colledimezzo, disteso su di un crinale che permette anche una straordinaria visuale sul lago, rappresenta un emblematico esempio di architettura da recuperare attraverso azioni mirate ad attenuare gli effetti di una trasformazione edilizia a volte incontrollata. Sono state già avviate le prime campagne di studio e rilievo del centro storico, coordinate dagli architetti Fabio Armillotta e Aldo Giorgio Pezzi, con l’obiettivo di individuare tipologie edilizie, elementi costruttivi e partiti decorativi tipici del borgo. Un primo risultato sarà reso noto attraverso una pubblicazione delle ricerche condotte, con l’obiettivo di giungere ad un progetto definitivo capace di attenuare l’oblio di un borgo che merita di essere restaurato e restituito, laddove possibile, alla normale vita dei cittadini, anche attraverso l’inserimento di attività legate alla cultura tradizionale, che possono essere meglio soddisfatte dalla dimensione raccolta del costruito storico, più che dalla congestionata città moderna.